Digita il testo da cercare e premi Invio

< attualità e news

Carcinoma polmonare NSCLC, pembrolizumab vincente anche in termini di qualità di vita


aggiungi ai preferiti

pubblicato da:

Pensiero Scientifico Editore

28 feb 2018

Nuovi, favorevoli dati giungono dallo studio KEYNOTE-024. Al beneficio ottenuto dal trattamento con pembrolizumab in termini di efficacia e tollerabilità si aggiunge, infatti, un altro tassello importante in termini di qualità di vita. I dati provenienti dallo studio di fase III, randomizzato, in aperto, che ha valutato pembrolizumab, anticorpo anti-PD-1, che agisce bloccando il legame trail recettore PD-1 e i suoi ligandi, in monoterapia, rispetto alla chemioterapia a base di platino nel trattamento di prima linea dei pazienti con NSCLC metastatico, si basano sull’analisi degli outcome riportati dai pazienti (PROs) nella compilazione di due questionari della European Organization for Research and Treatment of Cancer Core Quality of Life, (EORTC), QLQ-C30 e QLQ-LC13.

L’EORTC QLQ-C30 misura: cinque dimensioni funzionali (fisica, di ruolo, cognitiva, emozionale e sociale), tre scale sintomatologiche (affaticamento, dolore e nausea/vomito) , sei sintomi (dispnea, disturbi del sonno, perdita di appetito, costipazione, diarrea e impatto finanziario) e una scala globale di salute e qualità di vita. I punteggi della scala vengono calcolati sulla base della media delle singole voci all'interno delle scale e trasformando linearmente i punteggi medi. Tutte le scale hanno un range compreso tra 0 e 100. Un punteggio elevato per una scala funzionale rappresenta un livello di funzionamento alto/ sano, mentre un punteggio elevato per una scala sintomatologica rappresenta un elevato livello di sofferenza causata dalla sintomatologia. Il questionario EORTC QLQ-LC13, invece, progettato specificatamente per l’utilizzo nei pazienti con cancro al polmone sottoposti a chemioterapia o radioterapia, misura la sintomatologia associata al tumore ed al trattamento. I punteggi più alti denotano peggioramento della sintomatologia, con conseguente deterioramento della qualità di vita.

Nei due rami di trattamento dello studio l’aderenza alla compilazione dei PROs era del 90% alla prima somministrazione e dell’80% circa alla 15a settimana. I risultati, basati sull’esame delle risposte di 299 pazienti che avevano completato almeno un questionario, evidenziavano, alla 15a settimana, un miglioramento statisticamente significativo dei punteggi di qualità di vita/stato globale di salute (secondo L’EORTC QLQ-C30). In generale, la percentuale di miglioramento globale dello stato di salute /QoL alla 15a settimana era del 40% con pembrolizumab rispetto al 26, 5% ottenuto con la chemioterapia.

I pazienti trattati con pembrolizumab presentavano, inoltre, variazioni più favorevoli nei punteggi delle singole scale del QLQ-C30 ( funzionali e sintomatologiche) e nei punteggi del QLQ-LC13 per specifici sintomi.

Infine, nel braccio trattato con pembrolizumab, un minor numero di pazienti sperimentava un peggioramento nel QLQ-LC13 nell’insieme di sintomi dispnea, tosse e dolore toracico rispetto al braccio chemioterapia e un tempo più lungo al deterioramento ( (riduzione del 34% del rischio di deterioramento della sintomatologia, HR= 0,66; IC 95%: 0.44-0.97; P=0.029).

“Da questo studio emergono dati importanti sulla qualità di vita dei pazienti in trattamento con pembrolizumab in prima linea, rispetto alla chemioterapia tradizionale”, commentano i ricercatori. In particolare, si sono osservati un miglioramento dello stato generale di salute, una riduzione significativa di sintomi specifici e un rallentamento del deterioramento delle condizioni dei pazienti.

Bibliografia:
Brahmer JR, Rodriguez-Abreu D, Robinson AG, et al: Health-related quality of life for pembrolizumab vs chemotherapy in advanced NSCLC with PD-L1 TPS ≥ 50%: Data from KEYNOTE-024. 2016 World Conference on Lung Cancer. Abstract PL04a.01. Presented December 7, 2016.
Reck M, Rodríguez-Abreu D, Robinson AG, et al: Pembrolizumab versus chemotherapy for PD-L1-positive non-small-cell lung cancer. N Engl J Med 375:1823-1833, 2016.

 

Questa pubblicazione riflette i punti di vista e le esperienze degli autori e non necessariamente quelli della MSD Italia S.r.l.

Ogni prodotto menzionato deve essere utilizzato in accordo con il relativo riassunto delle caratteristiche del prodotto fornito dalla Ditta Produttrice.

ONCO-1196626-0056-KYT-NL-12/2019

Ultimi Articoli Visti